Diamoci da fare!

Apriti nuove opportunità in Friuli Venezia Giulia!

La TUA ricerca passa anche da qui.

Leggi, scopri, approfondisci, Candidati!

Condividi tutto sui Social Network! Passaparola!

FVJOB

Le 10 domande e le 10 risposte di un colloquio di lavoro

News


caricato il  12.09.2018 in Top 10

Essere efficienti e concreti in un colloquio di lavoro è la cosa più importante per riuscire a superare una prova che crea problemi a moltissime persone.
Qui di seguito  ti proponiamo 10 domande accompagnate da 10 risposte che puoi ricevere durante il colloquio, ovviamente le risposte te le suggeriamo noi, per aiutarti ad essere il più possibile te stesso quando affronterai questa prova  col fine di  rispondere nel migliore dei modi all'intervistatore.
 
Ecco le 10 domande e 10 risposte:


1) Parlami di te?

RISPOSTA: Inizia dicendo cosa fai adesso e il perché sei qualificato per il ruolo. Lo scopo è fare in modo che le necessità dell’intervistatore siano esattamente in linea con la tua figura. In poche parole: dagli ciò che cerca. 
  • Studiate la figura che l’azienda o addirittura la persona ricerca, esiste internet, linkedin, addirittura Facebook!
  • Spiegando cosa fate nella vita, trasmettete passione per il mondo che gira intorno all'azienda.
  • Saputi i bisogni, quali sono le abilità per soddisfarli, come fanno a valutare se sono soddisfatti ect,  fate esempi della vostra esperienza lavorativa che risolvano quei bisogni, non c’è bisogno che siano la stessa cosa, basta che dimostrate le abilità.

Se non conoscevate queste domande e vi sembrano intrusive e stupide, fidatevi che quando le avete fatte vostre, sono potentissime. Saper rispondere a queste domande può solo che avvantaggiarvi  rispetto ai vostri competitori.


2) Quali sono i tuoi punti di forza? 

RISPOSTA: Considero che, durante la mezz’oretta abbondante di colloquio di lavoro, siete riusciti a estrarre le necessità dell’intervistatore, così come a casa dovreste avere fatto una lista con le vostre aree di forza ( questa dovreste averla fatta indipendentemente dal colloquio di lavoro). Questa lista dovete saperla a memoria, sempre anche in un campo di battaglia, vi da forza interiore e può tornare utile molte volte. E’ facile capire dove vi sto portando: se sapete cosa vuole l’azienda e sapete i vostri punti di forza, è tempo di far combaciare le caselle. Tratti che piacciono in generale: Intelligenza, flessibilità, onestà, simpatia/empatia, l’essere allineato con la cultura aziendale, team player, piacevole, leader, motivazione, e un bel sorriso….


3) Quali sono i tuoi punti di debolezza? 

RISPOSTA: Simulare un punto di forza come una debolezza. Non essere arrogante quando descrivi i punti di debolezza piuttosto confessa non ciò che è una debolezza ma quello che ti piace di meno ovvero confermando che sai che l'azienda ha bisogno di te senza alcun problema di performance, confondili.


4) Perché stai cercando un nuovo lavoro?

RISPOSTA:
  • Se attualmente hai una occupazione, non temere di dire che non sei sicuro al 100% di voler lasciare la tua posizione, se è il tuo caso. Essere arroganti non porta lontano, dite la verità e dite che vorreste un posto ( dovreste sapere che posto offrono ovviamente) Avere un già un  lavoro è un gran punto di forza.
  • Se attualmente non hai una occupazione: Non mentite se vi hanno licenziato, siate sinceri perché la verità verrebbe prima o poi a galla. Le Ragioni per cui siete stati licenziate devono essere logiche ( tipo fusioni d'azienda,chiusure lavori sono OK). Se volete essere dei veri professionisti descrivete il vostro licenziamento dal punto di vista aziendale, senza rancore e con oggettività, "probabilmente chiunque avrebbe fatto la stessa cosa". Se lo fate con congruenza( Quindi senza rancore) aumenterà il vostro valore negoziale durante il colloquio.



5) Cosa ti ha portato da a candidarti da noi?

RISPOSTA: Prima di ogni colloquio, è importantissimo studiare l'azienda. Quindi su internet cercate più informazioni possibili per motivare la vostra scelta.


6) Dove ti vedi tra 5, 10 anni?

RISPOSTA: Assicurate all'intervistatore che volete prendere un impegni di lungo periodo, facendo capire in modo chiaro che la posizione è quella che cercate ed è adatta alle vostre caratteristiche. Confermate che le vostre capacità di raggiungere gli obiettivi sono adeguate per gli obiettivi.


7) Non possiedi troppe qualifiche per questa posizione?

RISPOSTA: L'azienda può pensare che la vostra scelta sia un semplice ripiego per poi emigrare in altri Lidi. Il tuo obiettivo è confermare che non sarà così, cambiate il punto di vista all'intervistatore confermandogli il contrario.


8) In che tipo di azienda ti piacerebbe lavorare?

RISPOSTA:
Una domanda molto interessante. Diciamo che potrebbe essere considerata come la domanda di prima in versione " intelligente". Se non siete preparati  sappiate che  bisogna rispondere confermando in modo " intelligente" che l'azienda più giusta è questa per cui state facendo il colloquio.


9) Come gestisci i silenzi ?

RISPOSTA:  Di regola è uso non lasciarsi intimidire da questo tipo di domande. Bisogna saper vivere i silenzi e imparare a goderseli, ascoltarli e capirli. Se non li sapete gestire, provate a domandare " Vuole che le aggiunga dell'altro?"

o "C'è altro che volete che io aggiunga?" ovviamente senza cadere nel sarcasmo.


10) Perché pensi di essere la persona giusta per noi?

RISPOSTA: Se avete capito i bisogni e i desideri dell'intervistatore, siete a cavallo. L'intervistatore quando dovrà tirare le somme e scegliere un candidato facendo mente locale, sceglierà il candidato che gli si ricollegherà alla soluzione dei suoi problemi, quindi quello ideale per l'azienda.
Fonte: Cocoa


Altre informazioni:
1. Se vuoi ricevere in anteprima le nostre News su lavori e concorsi iscriviti gratuitamente alla nostra Newsletter o accedi alla pagina Facebook.
2. MIGLIORA IL TUO CURRICULUM - MIGLIORA IL TUO LAVORO - Ricevi subito l'analisi gratuita del Curriculum qui.